• LOGIN
  • No hay productos en el carrito.

SOLSTIZIO DEL 21 GIUGNO 2018

Il nostro corpo fisico ha la sua saggezza, ecco perché la nostra energia cambia quando cambiamo le stagioni, con la temperatura e con l’equilibrio tra giorno e notte, la luce e l’oscurità. Le lunghe notti nell’emisfero sud invitano all’introspezione e ci portano a viaggiare in luoghi oscuri e nascosti nella nostra psiche.

Quando ero piccola, mia nonna mi portava nella notte di San Giovanni in Italia, in spiaggia, io vivevo di fronte al mare Adriatico e la spiaggia ha le pietre finché non si raggiunge l’acqua. Si preparava un falò e molte persone si riunivano quella notte. A quel tempo non capivo il significato, ma eravamo tutti felici, tutti contribuivano con un ramo di legno per accendere il fuoco, perché doveva essere grande. Era una bellissima cerimonia che iniziava prima del tramonto e quando il fuoco si spegneva andavamo all’ Abbazia di San Giovanni in Venere. Più tardi ho scoperto che con questo rito si voleva dare più forza al Sole, perché con il passare dei giorni diventava più debole indicando il graduale oscuramento e aumento della notte. Ed era vero, si sentiva davvero, almeno io lo sentivo, la luce del giorno cominciava a poco a poco ad accorciarsi.

Da quando ho cambiato emisfero e vivo a Buenos Aires, è stato difficile per me abituarmi al cambiamento delle stagioni. Per la mia mente, per essere inverno bisogna stare nel mese di novembre, dicembre, gennaio, febbraio o marzo e devo pensarci per dire di no, no qui siamo a giugno. Di fatto in questo emisfero sud è il contrario e nelle città andine per le tradizioni antiche si celebrava il Festival del Sole, perché proprio il giorno più breve annunciava la risurrezione della luce. Il percorso del Sole ogni giorno qui ci porterà adesso più ore di luce.

Il Sole è appena entrato nel segno del Cancro per connetterci con la coscienza della forma, della nostra forma, della forma a cui apparteniamo. Si ha bisogno di un limite e una esclusione, occorre fare un taglio per generare una forma perché solo in questo modo si riesce ad isolare un processo e creare un interiore diverso dall’esterno. Il Cancro è un tipo di energia che genera aree protettive per far crescere qualcosa lo si deve proteggere e certamente non può essere esposto allo scoperto. In questa quarta fase del processo Zodiacale bisogna chiudere, isolare i processi per poterci connettere con la nostra parte più intima.

Quindi in questo momento abbiamo la tendenza ad andare verso l’interno, ci isoliamo e creiamo aree di appartenenza. Emerge un’energia di estrema dolcezza, sensibilità e affetto, l’ambiente l’affettivo diventa prioritario. Si cerca di generare maggiore sicurezza intorno a noi. Diventiamo più profondi, i nostri processi sono più lenti, la nostra immaginazione aumenta, come pure i sogni e ci fanno costruire un mondo interiore più ricco. L’energia del Cancro è ciò che può farci amare tutti gli uomini senza confini, senza distinzioni, perché ci dà la capacità di espressare l’amore universale e l’umanità. Benvenuto sia il solstizio!

 

junio 21, 2018

0 responses on "SOLSTIZIO DEL 21 GIUGNO 2018"

Leave a Message

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *

top
Sidekick Agency - Agencia integral de ecommerceMade by Sidekick Consultas Telefonicas Matilde Panati: 011 5793-0252
× ¿Queres Hacerte la Carta Natal?
X